Magnesium: Richtige Einnahme

Magnesio:
corretta assunzione

Come si assume correttamente il magnesio? Qui trovate le risposte alle domande più frequenti.

Desiderate ottimizzare il vostro bilancio di magnesio e prevenirne la carenza? In tal caso si consiglia di assumere un integratore di magnesio a base di citrato di magnesio, facilmente assimilabile dal nostro organismo. Il citrato di magnesio è naturalmente presente nell'organismo: di conseguenza è ben tollerato e agisce rapidamente. Se vi chiedete come assumere correttamente il magnesio, qui abbiamo le risposte per voi.

Compensare e prevenire la carenza di magnesio

Per compensare una carenza di magnesio, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) raccomanda una dose giornaliera di 300 mg. In presenza di sintomi di carenza acuta, come i crampi al polpaccio, l'assunzione deve proseguire anche dopo la scomparsa dei disturbi, dal momento che per riempire la riserva di magnesio possono servire fino a quattro settimane.

Fattori come lo stress, la pratica sportiva o l'assunzione di determinati farmaci (ad es. i diuretici) possono influenzare fortemente il fabbisogno di magnesio.

Leggete qui quali, farmaci possono influire sul bilancio di magnesio

Assumere il magnesio correttamente

Non tutti i tipi di magnesio sono uguali. Il nostro consiglio: assumete un integratore con un composto di magnesio organico, ad es. il citrato di magnesio. Il citrato di magnesio è naturalmente presente nel corpo e di conseguenza è ben tollerato e agisce rapidamente.

In linea di massima potete assumere il citrato di magnesio indipendentemente dall'orario o dai pasti. In caso di crampi al polpaccio può essere utile assumere il magnesio la sera prima di andare a letto, dal momento che il livello di magnesio cala sempre leggermente durante la notte e possono facilmente insorgere dei crampi.

Agli atleti si consiglia di assumere il magnesio dopo l'attività sportiva, per evitare l'indesiderato effetto di rilassamento muscolare durante l'esercizio fisico. Inoltre, nei soggetti sensibili il magnesio può anche avere un effetto lassativo.

Scoprite di più qui su magnesio e sport.

Magnesio: effetti collaterali

Occasionalmente, quando si inizia l'assunzione di magnesio si può osservare una consistenza più morbida delle feci e anche diarrea. Si tratta di un fenomeno di scarso rilievo e che generalmente si risolve da sé. In tali casi è comunque consigliabile ridurre la dose di magnesio, dal momento le evacuazioni sono un segno che l'intestino non è in grado di assumerne altro.

Magnesio: sovradosaggio?

A seconda del tipo di carenza di magnesio, il dosaggio può essere di 300 mg o più al giorno. L'eventuale assunzione in eccesso del magnesio è segnalata dalla presenza di feci morbide. In caso di dubbio consultate il vostro medico.

Informazioni utili:

se la funzione renale è normale, il magnesio in eccesso viene espulso con l'urina. Di conseguenza, un sovradosaggio per via orale è pressoché impossibile.

Magnesio e calcio: da tenere separati

In caso di assunzione contemporanea di elevate dosi di magnesio e di calcio (ad es. 300 mg di magnesio e 1000 mg di calcio) le due sostanze minerali possono ostacolarsi a vicenda nel processo di assorbimento nell'intestino. Consigliamo pertanto di tenere una distanza di due o tre ore tra l'assunzione di integratori di magnesio e quella di integratori di calcio ad alto dosaggio.

Consiglio: assumere il calcio la mattina e il magnesio la sera. Ciò non vale per i preparati combinati a basso dosaggio.

Carenza di magnesio: quando è meglio consultare il proprio medico?

In caso di grave insufficienza renale e rallentamento del battito cardiaco (bradicardia), il magnesio andrebbe assunto solo dopo aver consultato il medico. Alcuni farmaci come gli antibiotici aminoglicosidici, il cisplatino e la ciclosporina A comportano l'espulsione accelerata del magnesio attraverso i reni. Di conseguenza, ciò può rendere necessario un adeguamento della dose. Oltre al calcio ad alto dosaggio, anche i fluoruri e gli antibiotici del gruppo delle tetracicline influenzano l'assorbimento del magnesio nell'intestino. Pertanto, in caso di contemporanea assunzione dei suddetti medicinali e di magnesio, si consiglia di osservare un intervallo di due-tre ore.